Matteo Strukul Premio Bancarella 2017

Pubblicato il: 18 luglio 2017

Matteo Strukul vince il Premio Bancarella 2017 con “I Medici. Una dinastia al potere” (Newton Compton), il primo libro della tetralogia di romanzi storici dedicati alla potente dinastia fiorentina.

La premiazione è avvenuta a Pontremoli, in Piazza della Repubblica, al termine di una votazione che ha visto il vincitore prevalere con 39 lunghezze sulla seconda classificata. Matteo Strukul ha trionfato con 109 voti. La seconda è stata Cristina Caboni con ”Il giardino dei fiori segreti” (Garzanti). A seguire Alessandro Barbaglia con ”La locanda dell’ultima solitudine” edito da Mondadori; Valeria Benatti con “Gocce di veleno” edito da Giunti; Jung-myung Lee con “La guardia, il poeta e l’investigatore” edito da Sellerio e Lorenzo Marone con “Magari domani resto” edito da Feltrinelli.

Matteo Strukul è nato a Padova nel 1973 e vive fra Padova, Berlino e la Transilvania. E’ laureato in Giurisprudenza e dottore di ricerca in diritto europeo, ha pubblicato per Mondadori “La giostra dei fiori spezzati” (2014) e per Multiplayer Edizioni “I Cavalieri del Nord” (2015). Per le edizioni e/o ha firmato i romanzi: “La ballata di Mila” (2011), “Regina nera” (2013) e “Cucciolo d’uomo” (2015), in pubblicazione in 20 Paesi – fra cui Stati Uniti, Inghilterra, Germania. Editor di Multiplayer Edizioni, è direttore artistico del festival letterario Sugarpulp e di Chronicae, il festival Internazionale del Romanzo Storico, patrocinato dal MIBACT. Docente di Vigamus Academy presso l’Università degli Studi Link Campus University di Roma, scrive per le pagine culturali del Venerdì di Repubblica.