Lector in Fabula a Conversano (Bari) dal 13 al 16 settembre 2018

Pubblicato il: 9 settembre 2018

Il tema della XIV edizione di Lector in fabula, che si svolge a Conversano, provincia di Bari, dal 13 al 16 settembre 2018, è Immaginazione e Potere nell’era digitale. Per comprendere oggi cosa è diventata la nostra società è necessario partire dal rapporto tra potere e immaginazione e dalle conseguenze di una serie di rivoluzioni che hanno scosso il mondo occidentale a cominciare dal Sessantotto. Indimenticabile lo slogan di quegli anni che racchiudeva in due parole una tensione liberatoria mai più ritrovata: “l’immaginazione al potere”. Allora ad essere messo in discussione era il concetto di autorità. Oggi, invece, a distanza di 50 anni è venuto meno quello di sovranità, nel momento in cui la combinazione tra Potere (inteso come capacità di esercitare un comando) e Politica (luogo eletto dove prendere le decisioni e indirizzarle) è stata completamente travolta.

La società dell’informazione ha creato scenari inediti rispetto alle questioni sociali, politiche, economiche, culturali. L’avvento del XXI secolo ha portato con sé nuove sfide, rivoltando completamente la geografia delle relazioni internazionali, mettendo in discussione assunti che si ritenevano, fino a poco tempo fa, immodificabili. Tutto ciò che accade diventa di colpo fatto sociale solo in funzione dell’eco e del consenso espresso attraverso i like che si è in grado di produrre. Così la mondializzazione dei flussi di personemerci, i problemi ambientali, gli accordi transnazionali di mercato, la pervasività delle comunicazioni, producono trasformazioni continue mentre si ampliano sempre più i divari e le diseguaglianze nel mondo. Tutto ciò dovrebbe indurci ad un ripensamento del nostro modo di vivere. A partire dal concetto di Potere, inteso anche come capacità individuale di poter operare le scelte migliori attraverso tre parole-chiave: conoscenza, consapevolezzaresponsabilità.

Molti gli ospiti di questa edizione. Per la sezione Parole necessarie: Europa! saranno ospiti del festival il politologo slovacco Samuel Abraham, il saggista austro-svedese Carl Henrik Fredriksson il politologo Piero Ignazi, il giornalista di Internazionale Andrea Pipino e Roberto Santaniello, consigliere speciale DG COMM Media e Comunicazione della Comm. Europea rappresentanza in Italia. E ancora il politologo Franck Decker, il giornalista francese Eric Jozséf, il direttore del Centro di documentazione europea dell’Università di Bari Ennio Triggiani e Antonia Carparelli, consigliere economica alla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea; Beatrice Covassi, capo della rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Tiziana Di Simone, conduttrice di Manuale d’Europa si Rai Radio1, Nouha Belaid giornalista tunisina responsabile del Arab Journalism Observatory e con Matthieu Gallet già direttore generale di Radio France e dell’ Institut national de l’audiovisuel e il mass mediologo Derrick De Kerkhove.

Per la sezione Dialoghi interverranno, tra gli altri, lo scrittore, politico e magistrato Gianrico Carofiglio, il direttore di Rai radio3 Marino Sinibaldi, l’editore Giuseppe Laterza,  il direttore del Gran Sasso Science Institute il fisico Eugenio Coccia con Rossella Panarese, l’economista consulente Unesco Naima Lahbil TagemouatiClaudio Cappon segretario generale della Copeam, il geografo Franco Farinelli e infine chiusura del festival con una lectio magistralis di monsignor Bruno Forte sul tema de “La «patria» europea nell’era delle appartenenze fluide”.