Risultati della Ricerca: Calamandrei Piero

Calamandrei Piero

Un incontro con Piero della Francesca

L'iniziativa delle Edizioni Henry Beyle di ristampare "Verrà a Firenze la Madonna del Parto?", l'articolo di Piero Calamandrei ("Il Ponte, anno X, numero 3, marzo 1954), tra l'altro col titolo più felice di "Un incontro con Piero della Francesca", potrà essere apprezzata sotto diversi punti di vista. Innanzitutto abbiamo avuto l'opportunità di rileggere la prosa ineccepibile di un giurista - letterato che di questi tempi è stato citato spesso a sproposito e che proprio in quanto intellettuale di ampie vedute - niente a che vedere con molti legulei contemporanei - ha dimostrato un interesse profondo...CONTINUA...

Autori Vari

Io dico No

Poco più di tre mesi e sapremo se l'attuale Costituzione italiana - criticabile finché si vuole ma almeno comprensibile e opera di personaggi d'indubitabile valore intellettuale - sarà definitivamente stravolta grazie all'impegno profuso dal ministro Boschi, dall'onorevole Verdini e dagli scherani della maggioranza governativa. Come possiamo leggere nella quarta di copertina del piccolo libro "Io dico No", "l'esito inciderà profondamente sulle regole della democrazia e sulla vita quotidiana dei cittadini", anche se probabilmente ancora pochi elettori se ne rendono...CONTINUA...

Allegranti David

Matteo Renzi. Il rottamatore del Pd

Sono passati appena tre anni dalla prima edizione del libro di David Allegranti “Matteo Renzi. Il rottamatore del Pd”. Un periodo relativamente breve che ha visto nascere e morire tre governi, che ha confermato l’istituzionalizzazione dell’inciucio e che, con l’affacciarsi di Renzi sulla scena nazionale, ha fatto sorgere un bel po’ di domande: l’ex sindaco di Firenze è davvero un rottamatore oppure un abile riciclatore? Forse un po’ rottamatore e un po’ riciclatore? E poi: riciclare chi e rottamare cosa? Una spavalderia e voglia di fare finalizzata a cambiare in meglio l’Italia oppure finalizzata...CONTINUA...

Calamandrei Piero

Chiarezza nella Costituzione

Fa un certo effetto rileggere le parole di Piero Calamandrei in merito alla Costituzione repubblicana proprio nei giorni in cui in Parlamento impazza il mercato delle vacche e si annuncia il pastrocchio approvato da un'esigua maggioranza; tutto finalizzato ad assicurare il potere a una banda di personaggi tanto arroganti quanto incompetenti. Se oggi il principale strumento di comunicazione è il cosiddetto storytelling, tale da archiviare sbrigativamente ogni ragionamento con "gufi" e "rosiconi", l'intervento di Calamandrei, pronunciato il 4 marzo 1947 davanti all'Assemblea Costituente, marca una...CONTINUA...