Risultati della Ricerca: Cocchi Michele

Libri per l’estate (e non solo)

Anche quest'anno è giunta la stagione estiva e con lei le letture da ombrellone, come si suol chiamarle. Anche quest'anno alcune delle persone che scrivono qua sopra si sono impegnate nella scelta di libri da leggere in pomeriggi accecanti sulle spiagge, fresche sere montanine o, chissà, vitree mattine sui lungolaghi. La varietà è il tratto distintivo di questa lista che mette insieme storie reali, storie inventate su fatti reali, storie che potrebbero essere reali ma non lo sono, storie fantascientifiche che pescano nella tradizione, saggi su demoni linguistici, riflessioni sul cammino, felini...CONTINUA...

Cocchi Michele

La casa dei bambini

““Avete mai pensato che cosa potrebbe accadere se sapessimo la verità? Se ci dicessero davvero cosa succede là fuori, o se potessimo uscire prima di essere diventati grandi? Molti di noi non ce la farebbero.” Non riusciva a capire che cosa intendesse per non ce la farebbero. Ma aveva capito che qualunque cosa intendesse, riguardava la paura. Eppure era stato Giuliano a dire che lui, Nuto, Dino e Viola erano inseparabili e che lo sarebbero rimasti fino alla morte, ovunque fossero andati. Era stato Giuliano a dire che in ognuno di loro c’era un pezzettino...CONTINUA...

Di parola in parola (quasi un festival) – Pistoia – 16/17 dicembre 2017

È trascorso poco più di un mese dalla prima edizione del festival L’anno che verrà – I libri che leggeremo a Pistoia, che nella città capitale della cultura per questo 2017 nasce un altro “quasi festival”, organizzato dalla rivista bimestrale di letteratura Qui Libri con la libreria indipendente pistoiese Lo Spazio di via dell’Ospizio...CONTINUA...

Cocchi Michele

La cosa giusta

La cosa giusta, primo romanzo di Michele Cocchi, è, in sintesi, la storia di alcune persone che cercano di fare “la cosa giusta”. O meglio, che cercano di fare ciò che loro pensano sia “la cosa giusta”. “- Non credo sia la cosa giusta. - Forse dovresti far decidere agli altri cosa è giusto e cosa non lo è.” (pag. 105) “- Questo non è giusto – disse Gabriele avvicinandosi. - Cos’è che non è giusto? - Quello che stai facendo. La ragazza lo guardò...CONTINUA...