albertocellotto

Alberto Cellotto
Alberto Cellotto è nato a Treviso nel 1978. Ha pubblicato i libri di poesia “Vicine scadenze” (Zona, 2004), “Grave” (Zona, 2008), “Pertiche” (La Vita Felice, 2012), “Traviso” (Prufrock spa, 2014), la plaquette illustrata da Nicolò Pellizzon “I piani eterni” (La collana Isola, 2014), il libro autoprodotto in 40 copie “Pechino” (2019) e "Non essere" (Vydia Editore, 2019). Ha tradotto “Duluth” di Gore Vidal (Fazi, 2007), “Canzoni per la scomparsa” di Stewart O’Nan (Fazi, 2011) e “Una speculazione sul grano” di Frank Norris (Amos Edizioni, 2012). La sua prima opera narrativa è il libro epistolare “Abbiamo fatto una gran perdita” (Oèdipus, 2018).
Contatti: Seguimi su TwitterIl mio sito web
Membro dal 19/09/2019Elenco degli articoli di albertocellotto (1)
DATA AUTORE TITOLO
25/10/2019 Mariani Maria Anna Voci da Uber. Confessioni a motore

Staff

Luca Menichetti
Maria Tortora
marina monego
Federico Magi
Francesco Ricapito
andrea brancolini
Avatar
Luca Martello
Avatar
Avatar
Avatar
Alberto Carollo
Gianluca Massimini
Avatar
Amanda Greco
Andrea Consonni