Categoria: Altri Mondi

Scaringi Emanuele

La Profezia Dell’Armadillo

Trarre un film da storie a fumetti, in generale non è una brutta idea, basti pensare ai miliardi che ha guadagnato la Marvel, tuttavia basare una pellicola su un libro di Zerocalcare è una cosa completamente diversa e il rischio di allontanarsi irrimediabilmente dalla pagina scritta è parecchio alto, fortunatamente così non è stato. Il film è stato presentato alla 75° Mostra del Cinema di Venezia, nella sezione “Orizzonti” e in quei giorni ho assistito ad una delle prime proiezioni nella grande Sala Darsena, vicino al Palazzo del Cinema. Ad assistere alla proiezione c’erano anche il regista...CONTINUA...

Blue Parrot Fishes

Blue Parrot Fishes

La nuova produzione dei Blue Parrot Fishes, per la BENG DISCHI! di Nicola Barghi, è stata subito presentata al pubblico evidenziando “la svolta stilistica” della band electro rock toscana, e difatti già l’idea di un “concept EP” fa pensare ad cambiamento di direzione, almeno rispetto al precedente Cd “Totani su Totem”. Se le canzoni pubblicate nel 2016 mostravano una band che innanzitutto si sbizzarriva divertita in una sorta cabaret musicale, spirito demenziale, surreale, anarchico, col supporto di una importante strumentazione elettronica, nel “BPF” del 2018 qualcosa sicuramente è cambiato. La...CONTINUA...

Ishiguro Kyōhei

Bugie d’aprile

Anche se non ci sei tu sei sempre con me / e sono ancora sicuro che io ti rivedrò / dovunque tu sia. Franco Battiato, Aspettando l'estate La menzogna è estranea all’infanzia. O ha comunque le gambe corte dei bambini che vogliono nascondere qualche innocua marachella a un genitore, a chi gli è più prossimo, a chi se ne prende cura e a chi li educa. La menzogna è estranea all’infanzia perché a questa età l’emozione si libera sempre senza l’ingombro della ragione, raggiungendo in un lampo l’apogeo del sentimento. Le bugie nell’adolescenza...CONTINUA...

Fuschetto Max

Mother Moonlight

Se andiamo a leggere le interviste più recenti rilasciate da Max Fuschetto, bravissimo artista campano, non sembra essere molto presente la parola cross-over; che forse neppure è stata pronunciata. Sarà un caso ma non c’è dubbio che questo termine “usato per descrivere materiale preso in prestito da più generi differenti”, caratterizzato da una “popolarità che supera i confini convenzionali della musica e dei suoi stili”, ha spesso suscitato perplessità, critiche magari degli ascoltatori più ortodossi. Valutazioni non proprio favorevoli che hanno voluto evidenziare approcci troppo commerciali ed...CONTINUA...

Guadagnino Luca

Chiamami col tuo nome

“Tu cosa fai qui? Leggo libri, trascrivo musica”. Lo spot di Chiamami col tuo nome non attinge ad altro. Niente frasi ad effetto sul senso della vita o sulla caducità dell’amore. Gli ultimi prodotti del nostro cinema sembrano voler risolvere le crisi esistenziali dello spettatore, portarlo in sala per rivedersi in quel protagonista avvilito e scontento quanto o più di lui. Guadagnino zittisce i bonzi tibetani (per dirla alla Battiato), promuovendolo con questo secchissimo dialogo fra i due protagonisti. Dal tono suadente dei doppiatori, quella che potrebbe passare per una chiacchiera...CONTINUA...

Ricapito Francesco

Concerto Bryan Adams – Padova, Kioene Arena – 10 Novembre 2017

“Cordiale”, questa è forse la parola migliore per descrivere questa prima tappa italiana del tour del rocker canadese: il “Get Up Tour” è partito a gennaio 2016 insieme all’uscita dell’omonimo album e terminerà a dicembre 2017 dopo la bellezza di cento ottantuno concerti in quarantuno paesi diversi. Non male per un signore di cinquantotto anni che ormai calca le scene internazionali da più di quaranta. Se non c’è il tutto esaurito, ci si è andati molto vicini. Tra le tribune si vedono pochi posti liberi e nel parterre invece sembra non esserci più spazio, in tutto ci saranno all’incirca cinquemila...CONTINUA...

Ricapito Francesco

Reportage Dal Senegal: La Remota Kedougou e Le Terre Dei Poular – Parte 5

Mercoledì 13 settembre 2017 Ci svegliamo di buon’ora, alle sei e quindici. Moussa, il gestore del campement, ieri ci aveva proposto una gita sul Plateau, l’altopiano oltre la cascata, per visitare delle grotte e a noi era sembrata una buona idea. Facciamo colazione con quel che resta del riso con pesce secco e avocado della sera prima, le quantità erano veramente esagerate per due persone. Ad aspettarci fuori...CONTINUA...

Ricapito Francesco

Reportage Dal Senegal: La Remota Kedougou e Le Terre Dei Poular – Parte 4

Martedì 12 settembre 2017 Il risveglio è provocato più dall’acido lattico che da altri fattori. Le fatiche del giorno prima si fanno sentire, sia io che Jamie abbiamo le gambe rigide, le spalle doloranti ed una probabile carenza di sali minerali. Lei sotto i piedi ha pure due vesciche dalle dimensioni ragguardevoli. Con una camminata da ottantenni in casa di riposo andiamo verso il ristorante dell’hotel per consumare una...CONTINUA...

Ricapito Francesco

Reportage Dal Senegal: La Remota Kedougou e Le Terre Dei Poular – Parte 3

Lunedì 11 settembre 2017 Non ci sembra vero di svegliarci e di essere ancora ragionevolmente asciutti. La tenda ha retto e quando usciamo vediamo un cielo terso, le nuvole sono arrivate con il buio e se ne sono andate con l’alba, come un animale notturno. Per colazione ci spostiamo su una roccia piatta là vicino: apro un pacchetto di Bisko, popolari biscotti senegalesi, tondi, molto piccoli, con il bordo leggermente...CONTINUA...

Ricapito Francesco

Reportage Dal Senegal: La Remota Kedougou e Le Terre Dei Poular – Parte 2

Domenica 10 settembre 2017 Kedougou è una città tranquilla nella quale svegliarsi e noi lo facciamo abbastanza presto, anche per colpa di un tizio che bussa alla nostra porta e che cerca Aliou, il proprietario del campement. Rimettiamo i nostri effetti negli zaini, alle otto siamo già fuori e prendiamo un taxi per la regional house dei Peace Corps, dove abbiamo appuntamento con Dustin. Lui ci accoglie...CONTINUA...