Categoria: Tommaso Landolfi

Cristò

La meravigliosa lampada di Paolo Lunare

Risulta difficile parlare de La meravigliosa lampada di Paolo Lunare  senza il timore – consistente – di spoilerarne in parte l’intreccio e pregiudicare un poco al lettore la bella esperienza di leggerselo per conto suo. Ci muoveremo pertanto su un terreno cedevole (e forse minato) per consigliarvi, ammirati, quest’ultima fatica di Cristò. Siete pronti? Allora: ci sono Petra e Paolo, una coppia sposata come tante, una coppia che si conosce dai banchi del liceo. A unirli è stata, forse, una cosa molto personale che si erano confessati fin dai primi incontri: erano entrambi...CONTINUA...

Un Borgo di Libri. Fiera del libro e dell’editoria a Ronciglione 23-26 maggio 2019

Da giovedì 23 maggio a domenica 26 maggio si svolge la terza edizione di Un Borgo di Libri – Fiera del Libro e dell’editoria di Ronciglione. La fiera si apre ufficialmente alle ore 10 con oltre 500 ragazzi delle scuole medie ed elementari che parteciperanno a presentazioni di libri. Le case editrici presenti saranno 40 e presenteranno oltre 80 testi nei 4 giorni di Fiera. Già giovedi 15 appuntamenti in programma con gli autori e libri che spaziano...CONTINUA...

Landolfi Tommaso

Le due zittelle

"E laggiù, in un angolo del giardino annesso alla loro vecchia casa, fra le zolle che la primavera cominciava a spaccare, ai piedi d’un giovane noce che stava mettendo le prime foglie, seppellì Tombo con tutti gli onori. Era una giornata dolce, c’era un odore di salvia e chioccolio di galline dagli orti accanto; il sole principiava appena a scottare. Laggiù dunque mi auguro riposi ancora in pace l’eroe di questa storia”(p.98). Cominciamo dunque dalla fine, da questo splendido e malinconico passo con cui Landolfi si congeda...CONTINUA...

Landolfi Tommaso

Il principe infelice

Prima incursione nella letteratura per l’infanzia, Il principe infelice (scritto nel 1938 e pubblicato nel 1943) consente nuovamente a Tommaso Landolfi, ma in un contesto di genere totalmente fiabesco e fanciullesco, di liberare il suo mondo fantastico e immaginifico, già evidente sin dalla opera prima. Due storie (Il principe infelice, La raganella d’oro), tre colloqui (Il Pitecantropo, Munuppo, Popolello e Cisternario, L’uomo azzurro o delle Gallerie) e tre filastrocche (Sale e pepe, Ta, Tarà, Tatà, Grande...CONTINUA...