Categoria: poesia inglese

Brizio Elisabetta

Mésalliance. Estensione del caso Massimo Sannelli

Mésalliance è anagramma di miscellanea, come Massimo Sannelli, l’autore di cui si parla in questo e-book (e che interviene direttamente in due vivaci interviste), ha scritto in una sua opera-diario. L’autrice, Elisabetta Brizio, letterata marchigiana di grande acume e altrettanta vis recensoria – non sforzatevi di cercare sue notizie in rete o altrove: troverete i suoi lavori e articoli, per il resto è figura poliedrica e sfuggente –, che ho il piacere di avere tra i miei contatti, è la prima a chiedersi: «Perché miscellanea se tratto...CONTINUA...

Tempest Kate

Let Them Eat Chaos/Che mangino caos

Kate Tempest ha solo 32 anni. Eppure ha già solcato con sicurezza invidiabile i mari della poesia, del teatro, della narrativa, della performance totale (è anche rapper). In Italia è uscito per Frassinelli il bel romanzo Le buone intenzioni, che una forma di pudore m’impedisce di definire bellissimo. Nel settembre del 2017 è il turno di questo poemetto, CONTINUA...

BERTELLI DIEGO, ROCCHI SILVIA

I giorni del vino e delle rose

Questa graphic novel di Diego Bertelli e Silvia Rocchi affonda chirurgicamente nel cuore di un’esistenza dimenticata da molti. Si tratta della vicenda umana e artistica di Ernest Christopher Dowson, poeta inglese di fine Ottocento, morto a neanche 33 anni nel 1900 e tormentato per gran parte della vita da un’ossessione amorosa. Tra le sue opere, ci rimangono impressi – in una memoria, per così dire, residuale – versi ispirati a un’ode oraziana, citata nel titolo, Vita summa brevis spem non vetat incohare longam (“La...CONTINUA...

Alessandro Serpieri

Alessandro Serpieri, anglista, tra i maggiori studiosi di Shakespeare e traduttore e curatore di opere di, tra gli altri, T. S.Eliot, Joseph Conrad e John Donne, è morto ieri 7 febbraio a Firenze. Nato a Molfetta nel 1935, professore all'università di Bologna e Firenze, è stato anche presidente dell'Associazione Italiana di Studi Semiotici (dal 1979 al 1983) e della Asso­ciazione Italiana di Anglistica (dal 1991 al 1993). I suoi studi si sono rivolti soprattutto al teatro elisabettiano e alla poesia. Qui sotto...CONTINUA...