Categoria: saggistica

Di Matteo Nino, Lodato Saverio

Il patto sporco e il silenzio

“Carta canta” è un titolo alternativo che Saverio Lodato e Nino Di Matteo potevano tranquillamente scegliere per la nuova edizione di “Il patto sporco”, saggio-dialogo tra il giornalista antimafia e il pubblico ministero sulla trattativa Stato-mafia e il relativo processo. Il motivo è presto detto: a seguito del processo che, giunto in fase di appello e in attesa della pronuncia della Cassazione, ha mandato assolti quasi tutti gli imputati, la stampa – o meglio, certa stampa – prima si è scatenata nel recriminare inesistenza della cosiddetta trattativa e poi ha fatto calare il silenzio sulla vicenda...CONTINUA...

Travaglio Marco

Indro: il 900

“Una sera andai a cena a Bagutta e intorno a me si creò il vuoto: vecchi amici (almeno tali li credevo) voltavano la faccia dall’altra per non salutarmi, facevano finta di non vedermi o di non conoscermi […] E il bello è che oggi quei signori stanno tutti con Berlusconi. Danno lezioni di anticomunismo: bella forza, oggi che non si rischia più nulla” (pp.198). “Se penso che la destra è Berlusconi, ho sbagliato tutto nella vita. Io sono un liberale, ma non come lui. Io sono un cornuto della destra. Ho sposato una moglie puttana sposando la destra, questa è la verità” (pp.282). Queste parole, scelte...CONTINUA...

Scardigli Fabio, 'T Hooft Gerard, Severino Emanuele, Coda Piero

Determinismo e libero arbitrio

“Anche se non è sempre facile – tutt’altro -, restando rigorosamente fedeli al proprio approccio, interagire con gli altri. Perché, in fondo, la pluralità degli approcci tende a interpretare in modo coerente e proficuo per tutti la realtà come qualcosa che è unitario, in sé e per noi, anche se si esprime in una serie di livelli differenti” (pp.97). Le parole di Piero Coda, presbitero e teologo, sono forse quelle che meglio sintetizzano il fine ultimo di “Determinismo e libero arbitrio”, pubblicazione a cura di Fabio Scardigli, raccolta di tre saggi scritti dal teologo, dal fisico teorico Gerard...CONTINUA...

Amadei Dario, Sbaraglia Elena

Mickey Mouse. La vera storia del topo più famoso del mondo

Come è ovvio fino ad oggi le pubblicazioni di saggi disneyani, intesi come biografie, vicende della The Walt Disney Studio, con tutto l’impatto sociale che ne è derivato, sono state innumerevoli. In questa prospettiva la “biografia romanzata” (cit.) “Mickey Mouse. La vera storia del topo più famoso del mondo” di Dario Amadei ed Elena Sbaraglia, ha il pregio di essere incentrato quasi esclusivamente sul personaggio di Topolino. Scelta oculata perché, come scrivono gli autori, ricordando perché non viene quasi mai citato Paperino: “perché non si può parlare di Donald Duck in poche righe, quasi fosse...CONTINUA...

Pavel Cătălin

L’archeologia dell’amore

“Un libro dovrebbe avere più titolo, come gli adesivi turistici sulle vecchie valige”, insieme ad una citazione di Paul Valery (“certe parole sono come dei fragili ponti su un precipizio: se ci passi sopra velocemente, ti reggono; se ti fermi a rifletterci su, crollano insieme a te”), ben rappresentano, nell’introduzione, quanto sia articolato il viaggio nell’archeologia e nell’amore di Cătălin Pavel. Amore, inteso come amore di coppia, che viene letteralmente riportato alla luce a partire dall’incontro dei sapiens con i neanderthal fino agli inizi del secolo scorso. Proprio per l’ampiezza del...CONTINUA...

Elia Christian e De Maffei Camilla

Grande Padre: Viaggio Nella Memoria Dell’Albania

Un libro che parla di uno dei nostri immediati vicini, non confinante territorialmente ma che in quanto a legami storici con il nostro non ha nulla da invidiare agli altri. Come infatti viene spesso ricordato in svariati paragrafi, non è poi molta la distanza che divide la Puglia dall’Albania. Si tratta in buona sostanza di un reportage, curato a quattro mani da un giornalista, Christian Elia e da una fotografa, Camilla De Maffei. Ecco allora che a paragrafi tematici come “Viaggio”, “Memoria”, “Simboli”, si alternano pagine di fotografie collegate a quel tema particolare. Questo rende il libro...CONTINUA...

Michelucci Riccardo

Guerra, pace e Brexit, il lungo viaggio dell’Irlanda

“Quello che ho cercato di comporre è un mosaico ragionato, di testimonianze, di piccole grandi storie che raccontano il cuore di tenebra di una terra segnata dal dolore e dal sangue ma ancora ricca di ideali e di utopie possibili”. Forse basterebbero queste poche parole dall’introduzione di Riccardo Michelucci, autore di Guerra, pace e Brexit, il lungo viaggio dell’Irlanda, per riassumere il volume edito da Odoya...CONTINUA...

Ciarrocca Luca

Terza guerra mondiale

“Ma è davvero ipotizzabile una Terza guerra mondiale che, partendo da Polonia e Lituania, rapidamente potrebbe intensificarsi fino ad un Armagenddon? (pp.6). Questo è soltanto uno degli interrogativi oggetto del nuovo libro di Luca Ciarrocca, di fatto un’inchiesta estremamente approfondita – grazie a fonti “open source intelligence”, colloqui con analisti e agenti della diplomazia parallela – sul dietro le quinte del potere militare globale e, soprattutto, sulla rinnovata corsa ad incrementare ulteriormente tutti quegli arsenali atomici che, da un momento all’altro, potrebbero portarci ad un suicidio...CONTINUA...

Libri per l’estate (e non solo) 2022

Un po' in ritardo rispetto agli ultimi anni, ecco le proposte estive di alcune persone della redazione. Buone letture! Francesco Ricapito Stefano Cascavilla, “Essere Mille”, prefazione di Stefano Ardito, Exòrma Edizioni: interessantissimo viaggio in Sicilia sulle orme di Garibaldi e dei suoi mille. Isabella Sorace, CONTINUA...

Chomsky Noam

Perché l’Ucraina

Le sette interviste a Noam Chomsky pubblicate da Ponte alle Grazie rappresentano il pensiero del celeberrimo teorico della comunicazione statunitense sulle ragioni profonde dell’attuale guerra in Ucraina. Pensiero che non è soltanto di Chomsky ma di una larga parte dell’opinione pubblica, almeno quella che in tutti questi anni ha avuto sempre un atteggiamento critico sull’operato degli Stati Uniti e della NATO. Il fatto poi di aver criticato i nostri occidentali per...CONTINUA...