Categoria: e/o

Dawan Daniela

Qual è la via del vento

"Un'infinità di persone, quante saranno? Decine di migliaia. Armate di bastoni, scimitarre, coltelli, spranghe, pietre, sciamano a ondate dalla città vecchia. Sotto i loro passi la terra sussulta. Grida tuonano nell'aria tiepida, inneggiano alla guerra santa, a Nasser, il rais egiziano. Avanzano inarrestabili, neppure la polizia riesce a contenerle. Alcune automobili precedono le colonne umane e dai finestrini aperti, dritti in piedi sui cofani, sui tetti, uomini col megafono scandiscono, con voce ormai rauca, parole che la folla fa sue: «Morte ai cani ebrei»". Una scena letta già mille...CONTINUA...

Premio Strega 2018 LXXII edizione – La Cinquina

Si sono concluse da poco le votazioni per la selezione della Cinquina finalista del Premio. Questo il risultato: Helena Janeczek, "La ragazza con la Leica" (Guanda) con 256 voti; Marco Balzano, "Resto qui" (Einaudi) con 243 voti; Sandra Petrignani, "La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg" (Neri Pozza) con 200; Lia Levi, "Questa sera è già domani" (Edizioni E/O) con 173 voti; Carlo D'Amicis, "Il gioco" (Mondadori) con 151 voti. Il libro vincitore...CONTINUA...

Premio Strega Giovani 2018 – Lia Levi, Questa sera è già domani, E/O

Questa sera è già domani, il romanzo di Lia Levi pubblicato da E/O, con 65 voti su 385, ha vinto la quinta edizione del Premio Strega Giovani, promosso dalla Fondazione Bellonci e da Strega Alberti con il contributo della Camera di Commercio di Roma. Al secondo e al terzo posto si sono piazzati Resto qui di Marco Balzano edito da Einaudi e La madre di Eva di...CONTINUA...

Tempest Kate

Let Them Eat Chaos/Che mangino caos

Kate Tempest ha solo 32 anni. Eppure ha già solcato con sicurezza invidiabile i mari della poesia, del teatro, della narrativa, della performance totale (è anche rapper). In Italia è uscito per Frassinelli il bel romanzo Le buone intenzioni, che una forma di pudore m’impedisce di definire bellissimo. Nel settembre del 2017 è il turno di questo poemetto, CONTINUA...

Sebold Alice

La quasi luna

"Alla fin fine, ammazzare mia madre mi è venuto facile". Dopo aver letto un incipit del genere mi aspettavo scintille. Soprattutto se l'autrice di una frase d'esordio di tale vigore si chiama Alice Sebold ed ha già scritto "Amabili resti". Invece no. Forse è di nuovo tutta colpa delle aspettative eccessive che mi hanno spinta a cercare ne "La quasi luna" quel colpo di genio letterario che, purtroppo, non ho trovato. Helen, la protagonista del romanzo, è una bella cinquantenne che, come detto, ha appena ucciso la madre malata. In realtà non c'è nulla di premeditato nel suo atto: decide...CONTINUA...

L’anno che verrà – I libri che leggeremo – Pistoia 4/5 novembre 2017

Riprendiamo e pubblichiamo il comunicato stampa: La Biblioteca San Giorgio festeggia l'anno da Capitale Italiana della Cultura che volge al termine, i tanti libri letti e presentati, le tante iniziative organizzate, passando idealmente il testimone al futuro con un grande evento che mette al centro le ultime novità editoriali e i libri che leggeremo nel 2018. Proseguendo la due giorni dedicata al XIV...CONTINUA...

Premio Strega Giovani 2016 – Rossana Campo, Dove troverete un altro padre come il mio, Ponte alle Grazie

Rossana Campo ha vinto la terza edizione del Premio Strega Giovani (succedendo a Fabio Genovesi, vincitore lo scorso anno con Chi manda le onde, Mondadori, 2015, e a Giuseppe Catozzella, Non dirmi che hai paura, Feltrinelli, 2014) con Dove troverete un altro padre come il mio, Ponte alle Grazie, che ha ottenuto 50 voti. Seconda è arrivata, a un solo punto di distacco, Raffella Romagnolo, con La figlia sbagliata, Frassinelli, e il terzo posto è andato a Simona Lo Iacono con Le streghe di Lenzavacche, E/O...CONTINUA...

Lo Iacono Simona

Le streghe di Lenzavacche

Mi torna in mente "La strega e il capitano", libro minore e poco noto di Leonardo Sciascia. Libro nel quale il grande scrittore siciliano ricostruisce la vicenda di una certa Caterina Medici, condannata per stregoneria, strangolata ed arsa in piazza il 4 marzo 1617. Caterina è solo una delle tante donne, nel corso dei secoli, ad essere stata accusata di avere poteri diabolici e letali; una delle tante donne che, come scrive Sciascia, "…credeva di essere una strega o, quanto meno, aveva fede nelle pratiche di stregoneria. E forse una fede meno intera di quella...CONTINUA...

Poldelmengo Luca

Nel posto sbagliato

Se per distopia intendiamo la rappresentazione di una società “indesiderabile sotto tutti i punti di vista”, ambientata in un futuro prossimo o in un presente alternativo, allora nel romanzo di Luca Poldemengo di questi elementi indesiderabili ne troviamo davvero tanti; ad iniziare dai personaggi che tirano le fila della vicenda, non classificabili semplicemente in buoni e cattivi, meglio in disturbati e disturbanti. Possiamo intuire quindi che il “posto sbagliato” del titolo non è soltanto riferito ai poveri disgraziati che scopriremo testimoni inconsapevoli...CONTINUA...