Categoria: satira

Calvisi Angelo

Genesi 3.0

Qualche tempo fa lo scrittore Angelo Calvisi ha spiegato perché nei suoi romanzi sia spesso ricorrente il tema del disagio psichico: “Nel mio caso, il pretesto biografico che mi ha spinto a scrivere di disagio psichico è che, per lavoro, ha avuto spesso a che fare con persone che versano in tale stato di sofferenza. Sono state esperienze umane molto forti, ma naturalmente non era tale aspetto umano, a volte anche pietoso e malinconico, ciò di cui volevo parlare. Il fatto è che la dimensione della follia, dove ogni cosa appare come non è, mi sembra allegoricamente portentosa per esprimere la mia...CONTINUA...

Il senso del ridicolo. Umorismo, comicità e satira – Livorno 28/30 settembre 2018

Dal 28 al 30 settembre 2018 si tiene a Livorno la terza edizione del festival Il senso del ridicolo, dedicato all'umorismo, alla comicità e alla satira con la presenza di numerosi artisti e protagonisti. «Stelle o caporali?». La domanda è l’anagramma del nome e cognome di Paola Cortellesi, l’attrice, comica e cantante che è l’ospite d’onore della prima...CONTINUA...

Il senso del ridicolo 2017 – Festival italiano sull’umorismo

Il senso del ridicolo, primo festival italiano sull'umorismo, sulla comicità e sulla satira si svolge a Livorno dal 22 al 24 settembre 2017. Tre giorni di incontri, letture, mostre e tanto altro per il festival sull'umorismo, ironia e satira diretto da Stefano...CONTINUA...

Staino Sergio

Alla ricerca della pecora Fassina

Abbiamo sempre guardato con grande interesse a quella che lo stesso Staino definisce "carne viva delle contraddizioni ideologiche" dei compagni ex comunisti - o pur sempre comunisti -, più che mai ora che il partito di riferimento, PD, è in mano ad un personaggio come Matteo Renzi. Un segretario-premier che, fosse nato soltanto un po' più a nord, sicuramente non avrebbe avuto remore a intestarsi la legittima successione a Berlusconi. Contraddizioni di cui Bobo-Staino ("un uomo mediamente retto, un militante appassionato ma non fazioso, un tesserato critico ma sostanzialmente fedele alle direttive...CONTINUA...

Swift Jonathan

Un serio vademecum satirico per farsi beffe di potenti, fanatici e lacchè

Sono convinto che molti lettori di Swift, quanto meno quelli adulti, prima o poi si siano chiesti come abbia fatto un misantropo come lui a diventare, con “I viaggi di Gulliver”, uno scrittore “per ragazzi”. Non so come ma evidentemente, tra tagli e letture superficiali, è stato possibile spacciare una satira crudele come  innocua fiaba ad uso delle nuove generazioni. Senza addentrarci nel merito di questi misteri della critica e dell’editoria, e forse anche della pedagogia, fin da ora, freschi della lettura di “Un serio vademecum satirico per farsi beffe di potenti, fanatici e lacchè”, edito dalla...CONTINUA...