Categoria: letteratura per ragazzi

Ziarati Hamid

Quasi due

Tutto parte con la preparazione di una molotov. Una bottiglia di vetro facilmente recuperabile e ben ripulita, un tappo e uno straccio ma, soprattutto, del liquido altamente infiammabile. Darioush è solo un ragazzino ma ha le idee chiare: deve intrufolarsi nel capanno di suo padre, ben attento che nessuno lo scopra e approfittando del fatto che in casa non ci sia nessuno, e rubare un po' di benzina. "Ho svitato il tappo della tanica da venti litri di benzina che mio padre conservava gelosamente, visti i tempi incerti delle riforniture alle pompe che avevano preceduto e poi seguito la Rivoluzione...CONTINUA...

Women’s Fiction Festival a Matera dal 27 al 30 settembre 2018

Il Women’s Fiction Festival torna dal 27 al 30 settembre ad animare Matera, città Unesco e Capitale Europea della Cultura 2019,  con un programma ricco di appuntamenti gratuiti per il pubblico e nuove collaborazioni. Il programma del WFF 2018 prevede più di venti presentazioni con autori nazionali e internazionali, laboratori didattici per i...CONTINUA...

Wenxuan Cao

La scuola dal tetto di paglia

Cao Wenxuan è uno scrittore cinese, nato e cresciuto nelle campagne dello Yancheng, una poverissima regione della Cina orientale. È un autore per ragazzi e vanta una ricca produzione di romanzi e racconti che nel suo Paese d'origine sono divenuti ormai dei classici. "La scuola dal tetto di paglia" è stato tradotto e pubblicato in molte lingue e letto da milioni di giovani. Come riportato in un'indicazione sulla quarta di copertina, questo è un libro adatto a persone che abbiano dagli 11 ai 99 anni e, in effetti, si tratta di una lettura che chiunque, anche chi non è più un ragazzino, può trovare...CONTINUA...

Picturebook Fest 2018 – Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi a Lecce

Picturebook Fest - Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi si tiene a Lecce dal 27 gennaio al 4 febbraio 2018 presso il MUST - Museo storico Città di Lecce. Si tratta del primo Festival organizzato a Lecce finalizzato alla valorizzazione dei linguaggi dell’illustrazione contemporanea per il pubblico dei giovani (e non solo), attraverso la promozione della lettura e...CONTINUA...

Proniewicz Sylvia

Don Lorenzo Milani

Don Lorenzo Milani è stato un prete scomodo, una presenza che ha anticipato i tempi e come tale è stato ostacolato e contrastato. Adesso che anche papa Francesco si è recato a Barbiana si può dire che la sua figura è riconosciuta e finalmente apprezzata, tanto da presentarla in un libro per bambini, come ha fatto la casa editrice "Il pozzo di Giacobbe" grazie a Sylvia Proniewcicz e all'illustratrice Silvia Fabris. CONTINUA...

Messina Antonio

Laura e il treno per Elintur

Sembra di vederle le bambine – protagoniste di questi racconti di Antonio Messina – bambine dalla faccia pulita, gentili, legate alla famiglia o al solo genitore che la sorte ha lasciato loro, intraprendenti e soprattutto sognatrici, capaci di volare sulle ali della fantasia e di proiettarsi verso nuovi mondi. Con questa raccolta di dodici racconti più uno di Greta Messina – una variopinta e delicata storia di formazione – Antonio...CONTINUA...

Jennifer Niven vince il Premio Mare di Libri

A Rimini, nel corso della manifestazione "Mare di Libri - Festival dei ragazzi che leggono", una giuria di giovani lettori, formata da dieci ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni, ha decretato il nome della vincitrice del Premio Mare di Libri per il 2016. Si tratta di "Raccontami di un giorno perfetto" della scrittrice americana Jennifer Niven, pubblicato in Italia...CONTINUA...

Schneider Helga

Heike riprende a respirare

Spiegare la guerra ai bambini non è semplice. Così come non è semplice far comprendere loro l'orrore della morte e della distruzione che ogni guerra porta con sé. Eppure è fondamentale che anche i più piccoli, giunti ad un'età adeguata, vengano messi a confronto con gli episodi più tristi della nostra storia. Con “Heike riprende a respirare” Helga Schneider torna di nuovo a parlare con i bambini e lo fa ricorrendo ad una protagonista bambina, Heike per l'appunto. Siamo a Berlino, anno 1945. La guerra è appena finita, Hitler è stato sconfitto e i soldati russi ed americani si sono spartiti...CONTINUA...

Schneider Helga

L’albero di Goethe

Nel 1937 i nazisti realizzarono il campo di concentramento di Buchenwald, nei pressi di Weimar. Per costruirlo furono costretti a distruggere 150 ettari di bosco ma salvarono una quercia. Era l’albero che Weimar aveva dedicato a Johann Wolfgang Goethe, celebre poeta e scrittore tedesco, morto in quella città nel 1832. Le SS lasciarono la quercia, denominata “L’albero di Goethe”, all’interno del campo di concentramento di Buchenwald, luogo in cui morirono circa 50.000 esseri umani. Quando pensiamo ai campi di sterminio nazisti, in genere, siamo portati a ricordare le vittime ebraiche. All’interno...CONTINUA...